.

.
Facebook: I lettori di Domenico Losurdo

sabato 26 dicembre 2009

Gaza freedom march: un appello alle autorità egiziane

Riceviamo e volentieri pubblichiamo [SGA].

Vi prego di diffondere il più possibile questa mail. Anche chi non parte può aiutare! Grazie.
Qui di seguito 1) un testo in inglese da inviare a Palestine Divisionin Ministry ofForeign Affairs, l'indirizzo è ahmed.azzam@mfa.gov.eg e 2) due esempi di testo in italiano da inviare all'ambasciatad'Egitto in Italia (ambegitto@yahoo.com, amb.egi@pronet.it oambegitto@pelagus.it). Con le opportune modifiche si possonoutilizzare anche per giornali e istituzioni italiane. Per telefonare i numeri sono 0644234764, 068440191, 0684241896. I n.di fax sono 068554424 e 0685301175. Coinvolgete amici e parenti; presidi e professori; rappresentanti istituzionali come consiglieriregionali, provinciali, comunali; associazioni culturali, sportive, divolontariato; agenzie di viaggio. Ricordate di mettere in oggetto Gaza Freedom March

1) Ref: Gaza Freedom March
Your Excellency, I address this letter so as to kindly request this message may bepassed on to your government:As an Italian citizen, I hope that your government will allow myfellow-Italians and every member of the Gaza Freedom March to enterthe Gaza Strip.Italian public opinion has been greatly distressed by the siege placedon a million and a half Palestinians in Gaza, victims of continualIsraeli aggression as well as by an international embargo reducinghundreds of thousands of innocent people to misery.A year on from the criminal operation “Molten Lead”, in the light ofthe Goldstone Report and the condemning of Israeli employment ofweapons banned by International Law, voluntary workers from the worldover are set to march to the Gaza Strip in a mass show of support.In the name of friendship and brotherly relations binding the peopleof Egypt and Italy , highlighted by our keen interest in yourcountry’s tourism and culture, I would be most grateful if YourExcellency might inform your government of our request to allow myfellow-Italians and every Gaza Freedom March participant to enter theGaza Strip.
Yours sincerely,
firma

oppure semplicemente: Don't stop the Gaza Freedom March! firmato

2) A S.E. Mohamed Ashraf Galm Eldin Rashed
Ambasciatore della Repubblica Araba d'Egitto in Italia
Via Salaria, 267 (Villa Savoia) 00199 Roma
Gaza Freedom March
Scrivo per esprimere il mio pieno sostegno alla Gaza Freedom March del31 dicembre 2009. Chiedo al Governo egiziano di consentire ai/alle1.300 delegati/e internazionali di entrare nella Striscia di Gazaattraverso l'Egitto.Obiettivo della marcia è esigere da Israele la fine dell'assedio. Ladelegazione internazionale consegnerà anche aiuti medici di cui c'ègrande scarsità, così come materiale scolastico e giacche invernaliper i bambini di Gaza.Per favore, lasciate che questa storica Marcia possa procedere.Cordiali saluti,firma oppureEccellenza, mi rivolgo a Lei per chiedere la Sua collaborazione affinché siaconsentito l'ingresso nella Striscia di Gaza ai miei concittadini ed atutti i partecipanti alla Gaza Freedom March. La loro è una missione di pace e la società civile internazionale sente molto l’importanza di questa iniziativa. L'opinione pubblica del nostro Paese è profondamente turbata per l'assedio imposto ad un milione e mezzo di Palestinesi di Gaza,vittime delle continue aggressioni israeliane e di un embargo internazionale che riduce alla disperazione centinaia di migliaia diinnocenti. Ad un anno dalla criminale operazione "Piombo fuso", alla luce del Rapporto Goldstone e della recentissima denuncia sull'utilizzo daparte di Israele di armi proibite dal Diritto Internazionale,volontari da tutto il mondo si recheranno nella Striscia di Gaza perportare solidarietà. In nome dei rapporti di amicizia e fratellanza che intercorrono fra il popolo egiziano e quello italiano, testimoniati anche dal nostrogrande interesse verso il turismo nel Suo Paese,Le chiedo di trasmettere al Suo Governo la mia richiesta di consentire l'accesso ai volontari nella Striscia di Gaza e non essere complice del massacrodi vite e di diritti che si consuma quotidianamente grazie all’assedio israeliano. Conto sulla sua attenzione e invio distinti saluti.
(firmato)

Nessun commento: