.

.
Facebook: I lettori di Domenico Losurdo

martedì 6 ottobre 2009

Sergio Romano sul discorso di Ahmadinejad all'ONU


Riportiamo qui le interessanti riflessioni, in risposta ad alcuni lettori, pubblicate da Sergio Romano sul "Corriere della sera" dell'ultima settimana. Con la sua consueta onestà intellettuale - oltre che con la nota competenza di questioni geopolitiche -, l'ex ambasciatore Romano discute del discorso tenuto dal presidente iraniano Ahmadinejad all'ONU e fa piazza pulita di molti luoghi comuni. SGA

IL DISCORSO DI AHMADINEJAD ALL' ASSEMBLEA DELL' ONU
"Corriere della Sera", 29 settembre 2009, p. 55
Riguardo all' intervento di Ahmadinejad e Gheddafi all' Onu, un lettore scrive che certi personaggi non dovrebbero essere autorizzati a servirsi del proprio seggio per minacciare e calunniare un altro Paese o per attaccare l' Onu stessa (Corriere, 25 settembre). Io penso invece che per raggiungere la pace qualche volta bisogna dar voce anche al più atroce «nemico». D' altro canto...
Leggi tutto


FRASI DI AHMADINEJAD
"Corriere della sera", 1 Ottobre 2009
Caro Romano, mi preme di contestare il suo «breve saggio» relativamente benevolo sul discorso di Ahmadinejad all’Assemblea dell’Onu...
Leggi tutto

AHMADINEJAD ALL’ONU COME LEGGERE LE SUE PAROLE
"Corriere della sera", Lunedi' 5 Ottobre 2009
Contrariamente al lettore Silvano Stoppa ( Corriere , 29 settembre), lei non si dichiara d’accordo con la delegazione italiana che ha abbandonato l’aula dell’Assemblea dell’Onu a seguito delle affermazioni di Ahmadinejad contro Israele. Eppure tali affermazioni sono espressione di un evidente antisemitismo e incitamento all’odio...


Caro Pianetta,
Nella traduzione dalla versione inglese la fra­se «antisemita» del di­scorso di Ahmadinejad è la se­guente: «Ancora più pericoloso è che certi circoli (in inglese: parties), facendo uso del loro potere e della loro ricchezza, cerchino d’imporre un clima d’intimidazione e d’ingiustizia nel mondo e agiscano con pre­potenza, mentre rappresentano se stessi, grazie alle loro enor­mi risorse mediatiche, come di­fensori della libertà, della de­mocrazia e dei diritti umani». È un’allusione a quegli ambienti ebraici che negli scorsi anni hanno strenuamente difeso, ne­gli Stati Uniti e in Europa, le po­sizioni del governo israeliano? E’ possibile. E’ una manifesta­zione di antisemitismo?...
Leggi tutto

1 commento:

riccardo uccheddu ha detto...

Sono contento di constatare con quanto rigore ed equilibrio Romano abbia commentato il discorso di Ahmadinejad.
In questo, egli ha preso in effetti le distanze da certo fondamentalismo... occidentaloide.
Il che non è poco, di questi tempi.
La mia contententezza aumenta se penso che alcuni anni fa, l'ex-ambasciatore ebbe parole davvero discutibili nei confronti di Francisco Franco.
Tornerò senz'altro a visitare il suo blog, professore.
Un caro saluto.